Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for settembre 2007

incontro al vertice

arturovinicio.jpg

Un lunga e dura battaglia. Vinicio leccava arturo e lo seguiva per tutta la casa. Arturo diceva a Vinicio solo dei secchi “NO” oppure “BAU”. Ma la loro sarà una duratura amicizia.

Annunci

Read Full Post »

segnalo il guasto

Erano due giorni che la mia adsl non voleva proprio saperne. La diaspora tra i vari uffici e le case di amici mi ha permesso di continuare a lavoricchiare. Poi oggi un MAGO della Infostrada mi ha risolto il problema. Mentre parlavo con lui pensavo:

-poverino magari questo ragazzo è un ingegnere uno che si è sudato la laurea e che guadagna 400 euro al mese per stare dietro a una come me che non sa far funzionare il suo modem.

-che cavolo se io sono precaria questo qui è un disgraziato

-non ne posso più devo assolutamente trovarmi un lavoro con la busta paga

Ok torno al mio letargo. Schiaccio un pisolino tanto…SONO DISOCCUPATA!

Read Full Post »

letargo

Oggi avevo deciso di fare un riposino. Ero un po’ stanca. Tutta la mattina in giro a fare cose, parlare al telefono con la gente, a cercare una notizia e perchè no un nuovo lavoro. Alle 15, 30 mi dico che forse un riposino ci sta bene. E mi sono addormentata quasi subito. Volevo dormire un’ora. Il punto è che mi sono poi svegliata alle 18. Il mio corpo mi chiede qualcosa: mangiare e dormire. Questi giorni di preoccupazione mi stanno facendo chiudere a riccio. Già il fatto che abbia sempre voglia di dormire è sintomo di una lieve preoccupazione e depressione. Mah! In realtà sono già fortunata a non essermi data alla disperazione. In fondo le cose importanti sono altre…e se il corpo e la mia mente mi chiedono di dormire…beh allora li lascio fare…Forse sto andando in letargo…

Read Full Post »

è straziante

Insomma è da ieri che ci penso. è vero ho perso il lavoro, è vero è stata colpa mia perchè non sono stata molto furba, è vero che sono senza un soldo, è vero che era uscita una nuova cosa in ballo e poi non se n’è fatto più niente, è vero che mi sento una pezza ed è anche vero che alla fine più cerco di stare su più dentro di me qualcosa non va. Ma insomma. Come faccio a spiegare ai lettori, a me, a K. e a tutti i miei amici che mi sta venendo meno la voglia di combattere. Ormai, anche se continuo a lavorare, mi rendo conto che non mi interessa più veramente questa società e i suoi ritmi. Io sono fuori. Fuori da tutto e fuori di testa. sono triste è vero perchè mi sento senza un futuro e senza un presente. Che faccio domani? è proprio questo il punto…io la sera vado a letto con l’idea che l’indomani non sono sicura di dovere lavorare…è straziante…Si lo so sono sconnessa…sarà che non fumo da ieri sera…ma mo’ scappo a farmene una sto troppo schizzata…

Read Full Post »

croniche viniciane II

E lui è qui. Disteso con la panza e qualche altra cosa all’aria. Stanco come se avesse percorso il polo nord a piedi invece che il viale sotto casa. Implora una mezz’ora di sonno. Si addormenta e sogna. Sogna di essere libero in uno spazio pieno di verde e di piccioni da rincorrere. Di bambini a cui rubare la palla. Sogna di poter mangiare tutti i croccantini del mondo e tornare da me sorridente sporco di terra e di erba. Sarebbe meraviglioso dargli tutto questo ma non posso offrirglielo. ecco perchè lo lascio andare via. Dalla nonna sarà felice. Avrà terra nella quale rotolarsi, piccioni da rincorrere, palloni da distruggere, acqua in cui tuffarsi e soprattutto tanto tanto spazio per correre. E’ giunto il momento. Vinicio questa settimana parte. Mi lascia. E io dolorosamente lo lascio andare. Che sia felice. Che sia contento. Ma so che per lui io sarò sempre la sua mamma.   

Read Full Post »

quella lettera nella cassetta della posta

Era lì da due giorni. Lo sapevo l’avevo vista. Ma facevo finta di non sapere. Il punto è che già ne conoscevo il contenuto. Ovvero tutte le lettere che non mi erano mai arrivate. Tutte le comunicazioni mai giunte a destinzione (perchè mai inviate) che mi comunicavano l’interruzione del mio contratto. L’ho aperta stamani. E l’ira mi ha colto solo per aver letto la prima riga. OGGETTO: Inadempienza contrattuale.

Ora, ditemi voi cosa dovrei fare. Spacco la faccia al firmatario? Io direi che si sono dati la zappa sui piedi…

E poi…a tutti quelli che gravitano su questa piattaforma: Ecco come ci trattano. Ecco come il futuro del paese, contrattualizzato a cococo viene buttato via come uno straccio, e questo a chi lo andiamio a dire? A mastella? A prodi? A berlusca, al PD? MA VAFANCUL… E POI DICONO CHE MARCO BIAGI NON CI HA ROVINATO….PACE ALL’ANIMA SUA HA SCRITTO UNA LEGGE DI MERDA!!!

Read Full Post »

croniche viniciane

vinicio-001mod.jpg

oh bella!! Quanto sono mamma protettiva!

Sto per mettermi lo zaino sulle spalle (malgrado i dolori reumatici che mi braccano) e lui seduto davanti a me mi guarda e dice:

-che fai te ne vai? vedi il guinzaglio è là, mi porti? (scondizolando) e dai vengo pure io…

Lo guardo e gli dico che sto andando a lavoro (bugia devo uscire per commissioni) e aggiungo che l’ho già portato giù due ore prima e che tra poco tornerà la nostra mamma…

Chiudo la porta. Sento un UUUUUU di dolore. Ritorno indietro. Riapro la porta e lui festante mi dice:

-che bello sei già tornata giochiamo? (morde una bottiglia di plastica)

Read Full Post »

Older Posts »